Nonostante la pole position di Sebastian Vettel, Fernando Alonso ha registrato il miglior terzo tempo nella fase finale delle qualifiche del GP del Canada. Il driver di Oviedo, con il tempo di 1.14.448 gli è valsa la seconda fila, in una corsa in cui un buon bilanciamento e tanta trazione saranno punti fondamentali sui quali basare il set up della monoposto.

Il pilota spagnolo si è dimostrato soddisfatto di come sono andate le cose e che gli lasciano tutte le possibilità per lottare per la vittoria: «Sono contento di come sono andate le cose finora in questo fine settimana, soprattutto perché la vettura ha confermato di essere competitiva anche su una pista certo non adatta alla sue caratteristiche. Ciò lo si deve soprattutto al fatto che gli aggiornamenti che abbiamo portato qui hanno funzionato come ci aspettavamo, il che mi lascia fiducioso anche per il prosieguo della stagione – ha spiegato Fernando – Mi ricordo bene dov’eravamo in Australia e se oggi siamo stati in lotta per la pole significa che abbiamo lavorato bene in questi mesi, anche perché gli altri non sono mica rimasti con le mani in mano.

Sono contento anche per Felipe, che sta confermando qui quei progressi che avevamo già visto nelle ultime gare: all’inizio del campionato non è stato certo fortunato ma gli siamo stati sempre vicino e ora i risultati stanno arrivando com’è normale che sia per un pilota del suo talento. Ciò detto, non dobbiamo dimenticarci che anche oggi ci sono stati due piloti più veloci di noi, quindi manca ancora qualcosa da recuperare in termini di prestazione però, finalmente, sembra che possiamo lottare ad armi pari con i migliori. E’ stata una qualifica piuttosto stressante perché qui i tempi sono sempre ravvicinatissimi e bastano pochi decimi di differenza per essere davanti o nelle retrovie. La terza piazza sulla griglia di partenza rappresenta una buona posizione per poter attaccare in gara, anche perché qui la pole position non è così determinante come altrove. Il degrado degli pneumatici sarà una delle chiavi della domenica, visto che le temperature saranno ben diverse da quelle che abbiamo avuto ieri pomeriggio. Le corse qui sono sempre imprevedibili ma certo sarebbe molto bello poter regalare a tutti i tifosi canadesi della Ferrari un bel risultato proprio nel trentennale dalla scomparsa di Gilles Villeneuve».

E a riguardo della partita di Euro 2012 che vede gli azzurri giocare contro gli iberici ha detto: «Italia-Spagna agli Europei di calcio? Non ne abbiamo ancora parlato con la squadra ma, se dovessimo vincere noi, magari al pit-stop potrei ritrovarmi con poca gente disposta a cambiarmi le gomme».